Ieri sera ho visto un film del secolo scorso, già a colori, già con Bruno Vespa e la Mussolini, ma comunque del secolo scorso.Dopo aver seguito ad Anno Zero la dichiarazione di Nichi Vendola – che testualmente aveva detto: “Vorrei rispondere al signore anziano di Arcore che io non ho mai nascosto niente della mia vita. Anche perché non ho niente di cui vergognarmi. Ho semplicemente voluto rompere una specie di cattivo sortilegio, una maledizione che era contenuta in una frase di Oscar Wilde che diceva “l’omosessualità è l’amore che non osa pronunciare il proprio nome” (“the Love that dare not speak its name”, ndr). Per me, in tutta la mia vita, la mia decenza, il sentimento della mia dignità è stato nel rompere quella specie di muro per cui io dovevo non nominare i miei sentimenti e il mio amore. Ma io non sono iscrivibile nella rubrica degli ipocriti. Perché quelli che hanno organizzato il Family Day e contemporaneamentre i festini a base di prostitute e cocaina sono il segno di una classe dirigente malata, io quello combatto, l’ipocrisia”…- e il resto di una puntata molto riuscita alla redazione di Santoro, non avevo affatto sonno. Mi è stata segnalata la presenza di Alessandra Mussolini a Porta a Porta e non ho resistito a buttare un’occhio su RAIuno. Ed è stato in queste circostanze che ho assitito a un film del secolo scorso.

Erano anni che non vedevo Bruno Vespa in azione, e l’ho trovato sciupato, inscheletrito più che dimagrito, e più vicino alla mia idea di persona anziana che a quella di agguerrito giornalista. Comunque, racimolando gli sforzi di un’invisibile redazione – che ora nomina e definisce “colleghi” (qualcosa cambia anche su RAIuno…)- il Vespa nazionale aveva costruito una puntata dedicata a San Valentino. Con la scusa della festa di lunedì le donne invitate (solo donne!) hanno parlato per circa due ore di sessualità, di rapporti di coppia, di relazioni, e connessi.

 Bene, anzi, male… Tutto si è svolto secondo un rigidissimo copione dal quale era estromesso tutto ciò che non è “etero”.

Sembrava di essere tornati al mito di Adamo ed Eva, in un luogo che non esiste si muovevano le ospiti e gli intervistati, che spiegavano e loro esperienze personali, le loro performance di donne e madri, madri di figli sempre rigorosamente etero. Se di protezione nell’atto sessuale si è parlato,naturalmente, lo si è fatto solo in merito al “rischio” gravidanze; un accenno fatto riguardo alle “malattie trasmissibili” è caduto nel nulla.

 Abbiamo invece saputo che la Mussolini si è incamminata verso la pace dei sensi, e fa sesso una o due volte al mese (o all’anno? La questione è rimasta in sospeso), che la direttrice di Gente manda il figlio in una scuola privata dove le “suorine” hanno fatto ben 5 lezioni di educazione sessuale “E lo stesso dovrebbe fare la scuola pubblica”… Abbiamo appreso che RitaAnna Armeni è innamorata ed è sopravvissuta bene all’esperienza-Ferrara e che Miss Italia si è innamorata per la prima volta a 15 anni, e secondo le altre ospiti era per questo in ritardo sulle “statistiche”…

 Amore e sesso ai tempi di Vespa: rigorosamente etero e in vista della riproduzione. Difatti un filmato (di quelli che il conciliante Bruno definisce “di alleggerimento”) ci ha spiegato, tra lo stupito elo scandalizzato, che oggi le ragazzine fanno sesso (in una percentuale del 14%) già a 11 anni. Una giornalista spiegava che le storie tra adolescenti si iniziano sempre prima e si concludono dopo qualche mese appena, e che quando questi arrivano ai 20 anni smettono praticamente di fare sesso.  Un po’ in contraddizione – ma non importa, se la contraddizione è sulla TV di Stato – un altro servizio ci ha spiegato che le giovani coppie convivono o si sposano (si sposano sempre meno, per inciso) e fanno sesso libero almeno per 12 anni prima di decidere di fare figli.

Ma ancora, di coloro che non appartengono alla rigidissima casta dgli etero, nessuna traccia. Ma è tutta colpa di Bruno Vespa? E’ lui l’orrido burattinaio di quel film di serie Z cui abbiamo assisito iei sera?

Forse la sua colpa andrebbe equamente ripartita con quante, comodamente sedute nel suo candido salotto, hanno accettato le regole proposte e hanno taciuto, volutamente ignorato il MONDO ALTRO, quello di chi ancora non osa o non ha il diritto di dichiarare il proprio amore “diverso”.

Già… a nessuna delle astanti è venuto in mente di parlare delle difficoltà di un adolescente omosessuale, di quanti si nascondono temendo le punizioni de bullismo, di quanti si suicidano.

E parimenti, a nessuna delle astanti (comprese le rappresentanti di quell’Intellighenzia di Sinistra che magari domenica sfileranno per i diritti delle donne), è venuto in mente di fare un cenno a quelle coppie omosessuali che a migliaia vivono e si amano ogni giorno, praticano una felice omosessualità, cercheranno di festeggiare comunque San Valentino, e se avranno dei figli affronteranno con loro un’educazione sessuale scevra da tabù e miti.

 Ad tutt’oggi ho visto scorrere decine di filmati e immagini dedicate alla festa dell’amore per antonomasia e, premesso che non ho mai amato San Valentino, per dovere di cronaca devo registrare che l’unico canale che ha fatto scorrere, tra quelle di tanti baci etero, anche quelli di due ragazze e due ragazzi è stata – sulla piattaforma di Sky – solo FOXlife. Già la televisione di Rupert D. Murdoch, di quel pessimo capitalista americano, conservatore, quella TV che è una propagine della destra americana… Già, ma quella è l’ammerica cui da noi inneggia, a sinistra, solo Walter Veltroni…

Insomma, mentre con la mia compagna mi preparo a partecipare alla manifestazione di Senonoraquando, non posso fare a meno di chiedermi: quando in quest’Italia così civile e moderna, in quest’Italia che festeggia con tanta lacerazione i suoi 150 anni e intanto ricaccia i migranti nottetempo, senza neppure più la speranza di un centro di accoglienza… Quando in questo nostro Paese riusciremo a organizzare una manifestazione a livello nazionale per i diritti delle persone omosessuali e transessuali, alla quale partecipino i cittadini tutti, senza distinzioni di sesso, razza ed età?

Flaminia

Annunci