Tribuna-Politica
Tribuna Politica RAI

… da quando dovevo stare zitta e ascoltare perché ero piccola… La Politica non mi è mai piaciuta. Mi sforzavo di capire i riassunti dei giornalisti in TV – cosa aveva detto Andreotti e cosa gli aveva replicato Pajetta, e non capivo niente. E non perché fossi “piccola” o “stupida”, ma solo perché Andreotti diceva “rosso” sottintendendo che diceva “bianco” e idem Pajetta.
Così nella mia mente si è formata la coscienza che la Politica è la sorella della Diplomazia, la cugina del Compromesso, ed è figlia di monna Ipocrisia e don Intrallazzo.
Da grande ho scoperto che esistevano anche altri tipi di politici, un Gandhi e un Martin Luther King ad esempio, ma che individuarne in questo nostro Paese era davvero molto complesso.

Lo sfacelo che caratterizza l’Italia (ma nonsolo!) in questo nuovo millennio, e che investe tutti i settori sociali, ha un solo artefice: la politica.
E un correo: le istituzioni cattoliche.

politici
Politici

E allora che si fa?
Come si risolleva la Politica nell’immaginario collettivo?
Si ricorre alla cugina di secondo grado: donna Propaganda. E con il suo aiuto si inizia un certosino lavoro di rammendo e di ricamo, che ha lo scopo reale di alzare un grande polverone e impedire la visibilità. Per i più ostinati poi si allestiscono “falsi problemi” e “insanabili questioni”, in poche parole: delle cacce alla volpe nostrane, nelle quali lo scopo è portare in giro coloro che ancora insistono a pretendere dai politici un red rationem che mai avranno.
Si crea la volpe che ha nome “Ponte sullo stretto di Messina” o “TAV”, opere pubbliche di cui nessuno sente la necessita sulle quali si consumano tempo, energie e voce, ma che hanno l’impagabile compito di “distrarre” l’attenzione dai veri problemi, quelli che mordono la carne delle Persone.

Ho avuto la “fortuna” di nascere nel Primo mondo (forse…), ma in questo Paese che pure fa parte di quelli “civili e democratici” la Politica è in mano per la sua quasi (?) totalità a individui che hanno come obiettivo solo il Potere e il loro arricchimento personale e i Privilegi dei quali possono godere.
Intanto le “mafie” (mafia-‘ndragheta-sacracoronaunita-camorra) e Vaticano si sostituiscono a Montecitorio nel governo dello Stato.

Eletti italiani
“Eletti” Italiani

Quindi non fatevi prendere da facili entusiasmi per l’ultimo richiamo, per l’ultima condanna che proviene “dall’Europa”… Fumo negli occhi!
Oggi è per il cognome delle donne, ieri per l’omotransfobia, e ieri l’altro per la condizione degli omosessuali.
Domani?
La politichetta alimenterà ogni dibattito in merito: è a suo vantaggio confondere le acque, distrarre l’attenzione da un popolo che muore nell’indifferenza della sua classe dirigente.

E poi domandatemi ancora perché non amo la Politica.
Io sono nata e vivo in Italia, un Bel Paese che puzza ormai di formaggio avariato.

(8 gennaio 2014)

Annunci