Alla fine dello scorso ottobre è uscito il mio nuovo romanzo, che si intitola Le Nuvole non si fermano mai.
È in formato e-book e lo potete quindi trovare su tutti i Bookstore, da Amazon in giù.
Ma di cosa racconta?

Sinossi:

Le Nuvole non si fermano maiDesiderio d’amore e paura d’amare.
Rifiuto della morte e del vortice del tempo.
Questi i temi centrali di Le nuvole non si fermano mai.
Due sorelle, Lidia e Serena, devono affrontare la malattia e la morte della madre. Ma per Serena il compito è ancora più gravoso perché, mentre si sottopone a un controllo per la sua gravidanza, scopre di essere affetta da un cancro che potrebbe ucciderla. Serena vive a Roma con Fabio, un uomo che non sembra adatto ad affiancarla in questo difficile percorso.
Lidia si è trasferita a Lucca con la sua compagna Giovanna e, nonostante le ristrettezze economiche, il loro amore è come un cerchio magico che le avvolge.
Parallelamente viviamo le vicende di Federica, la scrittrice che sta lavorando al romanzo che lei chiama Nuvole. Federica è una donna sola che ha paura d’amare: i suoi romanzi sostituiscono l’amore che non ha mai cercato. Punto fermo nella sua vita il nipote Matteo, figlio della sorella Nicoletta. Il rapporto tra zia e nipote si rafforza quando Matteo fa comig out con lei; mentre la madre condanna l’omosessualità del figlio.
E come in un gioco di specchi le vicende delle protagoniste del romanzo si riflettono nella vita della scrittrice.

_________________________________

Recensioni:
Mi piace raccogliere qui le recensioni che via via questo mio romanzo ha raccolto, ma non per marketing (detesto il marketing), ma a futura memoria, per non perdere questo amore che i miei lettori mi hanno donato, scrivendo di questo mio lavoro.

Luigi La Rosa ha scritto:
«”Le nuvole non si fermano mai”, il nuovo romanzo di Flaminia P. Mancinelli, ha accompagnato queste giornate parigine d’inizio anno. Sento di dover dire il mio grazie personale all’autrice per diverse ragioni. Intanto per la forza, l’intensità, la verità racchiuse all’interno del libro. Poi per il miracolo di uno stile essenziale e poetico insieme, asciutto ma vibrante…
(segue →

Marina Guarneri ha scritto:
«La lettura di questo romanzo procede su due piani paralleli: uno, quello di Federica, donna sola, che vive un rapporto simbiotico col figlio della sorella, molto più simile a lei di quanto non lo sia alla madre; l’altro, quello di Serena, figlia devota di una madre malata e prossima alla morte. Non sono due storie separate, perché se anche narrano due realtà diverse, in verità esse sono complementari, si intersecano nel flusso di pensieri di Federica, che racconta una porzione della propria vita filtrandola attraverso le vicende vissute da Serena, protagonista del romanzo che lei sta scrivendo… (segue →)

Grandeaurora“, su Amazon,  ha scritto:
«”Perché gli unici temi della vita alla fine sono proprio questi: la morte e l’amore, il secondo che sparge nebbia sulla prima”.
Un libro emozionante che scorre rapido come le nuvole…  (segue →)

Fior de Vidrio, su Amazon, ha scritto:
«Ho dato 5 stelle a questo libro, non solo per i temi importanti che tocca ma per come ne tratta. Si può non essere d’accordo sulla analisi delle situazioni esposte nelle storie raccontate, tuttavia la narrazione procede per alcune descrizioni di stati d’animo, fisici e psicologici, come quella della agonia intellettiva della madre di una delle protagoniste, magnificamente strazianti… (segue →)

Sergio Bertoni ha scritto:
«È ben conosciuto il detto che in Italia vi siano più scrittori che lettori. Ciò è parzialmente vero se identifichiamo come “scrittore” chiunque ponga la penna sulla carta, o il dito sulla tastiera, allo scopo di scrivere un racconto, un romanzo, o un qualsiasi impegno di genere letterario. Personalmente ritengo che possa definirsi “scrittore” solo colui che… (segue →)

Agata gentili ha scritto:
«Premesso che non sono imparziale quando leggo un testo come le nuvole: un testo in cui l’autore, non per…
(segue →)

Mario Pacchiarotti ha scritto:
«Tante volte mi sono trovato a pensare che ognuno di noi, esseri umani, è in qualche modo un pezzo unico, irripetibile. D’altra parte e nonostante questa unicità, ci si trova spesso a constatare quanto in realtà siamo simili tra noi. 
Le esperienze che facciamo, tanto per cominciare, spesso ci accomunano. Alcune in modo speciale. Il dolore, la malattia, la gioia, sono sentimenti che ognuno di noi può provare e che pur vissuti in infinite sfumature diverse, ci avvicinano… (segue →)

Annunci