A rispondere ci prova uno dei protagonisti di La verità sul caso Harry Quebert…

” (…) Gli scrittori sono esseri così fragili perché possono subire due tipi di dispiaceri sentimentali, ossia il doppio rispetto alle persone normali: le pene d’amore e quelle artistiche.”

(pag.107 di 532 vers. elettronica)

Annunci